Hall of Fame Greco di Tufo

Hall of Fame Greco di Tufo

Scarica la versione pdf – Hall of fame Greco di Tufo – Tipicamente Pdf

Ovvero le etichette di ogni epoca che schiereremmo in una sfida all’ultimo sangue contro i migliori bianchi mondiali. Scelte tra quelle, ancora reperibili e in forma, che hanno valicato almeno un lustro, testate e ritestate a più riprese.
A seguire: il podio-riepilogo (anch’esso periodicamente aggiornato) delle riuscite più convincenti annata per annata, dalla 2003 ad oggi, corredato da una breve sintesi valutativa-descrittiva di ciascun millesimo.
Lo ri-ripetiamo: è solo un gioco da bar, vietato prenderlo alla lettera.

Hall of Fame Greco di Tufo 2003-2013 (Aggiornata ad Ottobre 2019)

Greco di Tufo 2003 – Pietracupa
Greco di Tufo 2008 – Pietracupa
Greco di Tufo Tornante 2008 – Vadiaperti
Greco di Tufo 2008 – Cantine dell’Angelo
Greco di Tufo Vigna Cicogna 2010 – Benito Ferrara
Greco di Tufo 2010 – Pietracupa
Greco di Tufo Vigna Cicogna 2012 – Benito Ferrara
Greco di Tufo Tornante 2013 – Vadiaperti


Greco di Tufo 2018 – S.V.

Vale quanto sottolineato per i Fiano di Avellino (link): le prime impressioni sono positive, ma mancano ancora alcuni importanti “ritardatari” e li aspettiamo per avere un quadro più chiaro.
Dal punto di vista climatico è annata luminosa e tutto sommato fresca per gli standard odierni, i primi assaggi segnalano un bel gruppo di vini tesi ed energici, con qualche debito di intensità e spalla sapida.


Greco di Tufo 2017 – 14/20
Annata molto calda, asciutta, anticipata
Vini aromaticamente semplici, stretti e concavi sul piano gustativo, prevedibili nello sviluppo per mancanza di nerbo sapido
Già pienamente approcciabili, non lasciano immaginare grandi margini di crescita nel medio e lungo periodo

GdT 2017, i migliori assaggi:
Vigna Cicogna – Benito Ferrara
Colle Serrone – Di Marzo
Torrefavale – Cantine dell’Angelo
Ariella FeudiStudi – Feudi di San Gregorio


Greco di Tufo 2016 – 18/20
Annata fresca, tardiva, poco produttiva a causa della gelata di fine aprile
Vini affilati e saporiti, dotati di pregevole pienezza ed energia minerale nelle versioni più riuscite
Ruvidi ma espressivi al pronti-via, vale la pena mettere da parte qualche bottiglia da stappare a 8-10 anni dalla vendemmia per incontrarli in una dimensione più armonica e compiuta

GdT 2016, i migliori assaggi:
Greco di Tufo – Pietracupa
Miniere – Cantine dell’Angelo
Tornante – Vadiaperti
Selvetelle – Carlo Centrella
Torrefavale – Cantine dell’Angelo
Greco di Tufo – Cantina dei Monaci


Greco di Tufo 2015 – 16/20
Annata calda e solare ma piuttosto regolare, senza strappi climatici
Vini più larghi che dritti, maggiormente giocati sulle sensazioni fruttate rispetto ad altri millesimi, apprezzabili per piacevolezza ed equilibrio
Pienamente disponibili fin dalle prime fasi, sembrano avere integrità e polpa sufficiente per reggere ancora qualche anno, ma non vale probabilmente la pena di attenderli oltre (salvo eccezioni)

GdT 2015, i migliori assaggi:
Miniere – Cantine dell’Angelo
Franciscus – Di Marzo
Bussi FeudiStudi – Feudi di San Gregorio
Quattro Venti – Petilia


Greco di Tufo 2014 – 14/20
Annata fresca e piovosa, con forti oscillazioni meteorologiche
Vini leggeri e verticali, talvolta diluiti, mediamente in debito di ampiezza e forza sapida
Ostici in gioventù per gli elevati tenori acidi, appaiono oggi già nel pieno della maturità, con diffusi segnali di stanchezza aromatica

GdT 2014, i migliori assaggi:
Miniere – Cantine dell’Angelo
Greco di Tufo – Cantina dei Monaci
Greco di Tufo – Monte Gloria
Greco di Tufo – Vadiaperti
Greco di Tufo – Pietracupa


Greco di Tufo 2013 – 15/20
Annata tiepida, tardiva, quantitativamente abbondante
Vini dritti e diretti, fin troppo duri e sguarniti dove manca adeguato supporto di polpa e sapore
Decisamente ruvidi e compressi nelle prime fasi, il vigoroso scheletro citrino dovrebbe assicurare ai migliori un solido potenziale evolutivo. Non si può escludere tuttavia una repentina “implosione”, con relativa classica scissione tra quadri aromatici più che maturi e profili gustativi ancora incompiuti a causa degli squilibri acidi.

GdT 2013, i migliori assaggi:
Tornante – Vadiaperti
Torrefavale – Cantine dell’Angelo
Vigna Cicogna – Benito Ferrara
Greco di Tufo – Pietracupa
Greco di Tufo – Cantina dei Monaci


Greco di Tufo 2012 – 17/20
Annata calda, solare, asciutta, ma atipica nell’andamento viticolo e vendemmiale
Vini potenti e stratificati, non sprovvisti di sostegno nervoso e sprint sapido nelle migliori espressioni
Piuttosto aperti e leggibili aromaticamente fin dall’uscita, si mostrano oggi ancora pienamente integri, lasciando intravedere ulteriori margini di evoluzione e tenuta

GdT 2012, i migliori assaggi:
Vigna Cicogna – Benito Ferrara
Greco di Tufo – Pietracupa
Selvetelle – Carlo Centrella
Tornante – Vadiaperti
Miniere – Cantine dell’Angelo
Greco di Tufo – Le Ormere


Greco di Tufo 2011 – 14/20
Annata molto calda, siccitosa e anticipata
Vini per molti versi atipici, caratterizzati da ricorrenti sensazioni “proteiche”, ma soprattutto da profili gustativi decisamente generosi ed orizzontali, solo in pochi casi accompagnati dalle abituali sferzate citrine e minerali
Maturi, pronti da bere (salvo eccezioni), non si intravedono ulteriori margini di crescita

GdT 2011, i migliori assaggi:
Pietrarosa – Di Prisco
Vigna Cicogna – Benito Ferrara
Greco di Tufo – Bambinuto
Scipio – Di Marzo


Greco di Tufo 2010 – 18/20
Annata radiosa, regolare e tardiva, senza eccessi di afa o siccità
Vini pieni e vibranti, capaci nelle interpretazioni più felici di coniugare solarità e brio, espansione e sapore, potenza e contrasti minerali
Presumibilmente vicini all’apice espressivo, quantomeno sul piano aromatico, i migliori segnalano comunque ampi margini di tenuta nel medio periodo in virtù della loro preziosa fittezza strutturale

GdT 2010, i migliori assaggi:
Vigna Cicogna – Benito Ferrara
Greco di Tufo “G” – Pietracupa
Greco di Tufo – Pietracupa
Selvetelle – Carlo Centrella
Pietrarosa – Di Prisco
Novaserra – Mastroberardino
Contrada Marotta – Villa Raiano


Greco di Tufo 2009 – 16/20
Annata calda e umida, con frequenti oscillazioni meteorologiche
Vini mediamente agili ed equilibrati, maturi ma integri dal punto di vista aromatico, un po’ in debito di volume, tensione e sapore sul piano gustativo in rapporto alle migliori vendemmie
Pronti da bere, con ulteriori margini di tenuta

GdT 2009, i migliori assaggi:
Vigna Cicogna – Benito Ferrara
Greco di Tufo – Cantine dell’Angelo
Greco di Tufo – Pietracupa
Tornante – Vadiaperti
Terrantica Etichetta Bianca – I Favati


Greco di Tufo 2008 – 19/20
Annata calda e solare, senza eccessi
Vini brillanti e sfaccettati sul piano aromatico, infiltranti ed energici su quello gustativo: una delle migliori vendemmie dell’ultimo ventennio per livello medio e punte
Nitidi ed espressivi in ogni fase della loro traiettoria evolutiva, i migliori sembrano avere ulteriori margini di tenuta e approfondimento

GdT 2008, i migliori assaggi:
Greco di Tufo – Pietracupa
Tornante – Vadiaperti
Greco di Tufo – Cantine dell’Angelo
Vigna Cicogna – Benito Ferrara
Greco di Tufo – Angelarosa
Selvetelle – Carlo Centrella
Devon – Antonio Caggiano
Greco di Tufo – Cantina dei Monaci
Novaserra – Mastroberardino


Greco di Tufo 2007 – 13/20
Annata molto calda, siccitosa e anticipata
Vini orizzontali e maturi, mediamente mancanti di nerbo e allungo
Da bere

GdT 2007, i migliori assaggi:
Greco di Tufo – Tenuta Ponte
Vigna Cicogna – Benito Ferrara
Tornante – Vadiaperti


Greco di Tufo 2006 – 17/20
Annata calda ma irregolare, con finestre piovose tra la fine dell’estate e il periodo precedente la raccolta
Vini compiutamente armonici, longilinei, progressivi, nella media non dotati di particolare forza e complessità, ma ravvivati nelle migliori interpretazioni da una gustosa scia agrumata e salina
In beva, con ulteriori margini di tenuta

GdT 2006, i migliori assaggi:
Greco di Tufo – Pietracupa
Novaserra – Mastroberardino
Cutizzi – Feudi di San Gregorio
Vigna Cicogna – Benito Ferrara


Greco di Tufo 2005 – 14/20
Annata piovosa e irregolare, specialmente in pre-vendemmia
Vini dal profilo spesso contraddittorio, con profili aromatici decisamente maturi e bocche aspre
Da bere

GdT 2005, i migliori assaggi:
Greco di Tufo – Cantina dei Monaci
Selvetelle – Carlo Centrella
Pietrarosa – Di Prisco
Greco di Tufo – Vadiaperti


Greco di Tufo 2004 – 13/20
Annata umida e tardiva, quantitativamente abbondante
Vini mediamente semplici aromaticamente e stretti nell’incedere gustativo, in debito di spalla e sapore
Da bere

GdT 2004, i migliori assaggi:
Greco di Tufo – Tenuta Ponte
Greco di Tufo – Cantina dei Monaci
Greco di Tufo – Vadiaperti


GdT 2003 – 15/20
Annata calda e asciutta, ma senza gli eccessi registrati in molte altre zone italiane ed europee
Vini intensi e sorprendentemente vigorosi, dotati nelle migliori interpretazioni di ottimale bilanciamento nervoso e minerale
In beva, la maggior parte dei vini a piena maturità

GdT 2003, i migliori assaggi:
Greco di Tufo – Pietracupa
Greco di Tufo – Torricino
Greco di Tufo – Cantina dei Monaci


 

Arbitro di calcio, runner, esperto di comunicazione con fama di persona seria e morigerata. Ero tutto questo prima di prendere 20 chili, scoprire il vino e auotoconvincermi di poter vivere scrivendone.