Campania Stories 2017 | I Vini Bianchi

Campania Stories 2017 | I Vini Bianchi

Come anticipato nella sintesi (link), il livello dei bianchi testati a Campania Stories si rivela ancora una volta piuttosto soddisfacente. 

In confronto ai rossi, ma anche e soprattutto rispetto al panorama nazionale: Alto Adige, Friuli e Marche sono partite prima, ma la vocazione bianchista della regione è oggi sotto gli occhi di tutti. E pazienza se le vette assolute non sono poi così numerose, né si scostano più di tanto da un anno all’altro: tra i 10 e i 20 euro a scaffale si recupera quasi tutto e a questi prezzi non si rimane certo delusi.

Le annate

La maggior parte dei bianchi assaggiati a Campania Stories provengono dalle ultime tre vendemmie. Qualche annotazione sulle loro caratteristiche climatiche ed espressive, prima di passare alla “carta riassuntiva” dei migliori:

2016. Annata a dir poco complicata dal punto di vista quantitativo (-20% circa di produzione rispetto al 2015), condizionata dalle gelate di fine aprile e dal meteo capriccioso di fine estate e inizio autunno. Più azzardato che mai generalizzare, tuttavia, dato che l’incidenza delle brinate primaverili e delle piogge autunnali non è stata la medesima dappertutto. Millesimo decisamente eterogeneo, dunque, da seguire con attenzione nei prossimi mesi zona per zona, varietà per varietà, stile per stile. Testarli adesso ha poco senso, ma i più promettenti appaiono dotati di energia e slancio.

2015. Ne ho già parlato più volte (link, link, link) e non mi ripeto: è annata che sento nelle mie corde, nonostante il profilo apparentemente “facile”. Manca forse il crack, “la” bottiglia che riscrive gerarchie territoriali e temporali, ma ci sono tanti ottimi vini da godere, non necessariamente a breve termine. Con le uscite dei “ritardatari” vado a rimpinguare la scorta di Fiano irpini, mentre resto più tiepido sui Greco. Buone conferme anche dal mondo Falanghina (sia Sannio che Campi Flegrei), ma la vera sorpresa sulla 2015 per quanto mi riguarda si chiama Pallagrello Bianco

2014. Anche qui tenderei a ribadire vecchi concetti: la vendemmia ha fatto tribolare, la qualità media appare in generale inferiore alla 2015, eppure i migliori 2014 sembrano dispensare più “magia”. In altre parole: non è il millesimo dove si può pescare a casaccio, ma quelli grandi lo sono per davvero. Irpini e flegrei, in particolare, stando alle ultime selezioni-riserve incrociate durante la rassegna campana.

Campania Stories 2017 – Vini Bianchi, i consigli di Tipicamente
Il riepilogo dei vini segnalati, corredato da brevi note, è scaricabile in versione pdf al link caricato in coda al post. I prezzi riportati sono quelli comunicati dalle aziende partecipanti a Campania Stories, relativamente al listino nazionale ho.re.ca. (iva esclusa)

GLI IMPERDIBILI

La Sibilla – Campi Flegrei Falanghina Cruna deLago 2014 – € 11,00 + iva
Pietracupa – Fiano di Avellino 2015 – n.c.
Cantine dell’Angelo – Greco di Tufo Miniere 2015 – n.c.

IDEALI PER LA MESCITA PRIMAVERA/ESTATE

Capolino Perlingieri – Falanghina del Sannio Preta 2016 – € 5,90 + iva
Sorrentino – Pompeiano Falanghina Verso 2016 – € 6,50 + iva
Urciuolo Fratelli – Fiano di Avellino 2016 – € 7,10 + iva
Viticoltori del Casavecchia – Pallagrello Bianco 2015 – € 4,90 + iva
Mila Vuolo – Colli di Salerno Fiano 2014 – € 8,50 + iva

DOMANI E ANCHE SUBITO

Colli di Lapio – Fiano di Avellino 2016 – n.c.
Villa Diamante – Fiano di Avellino Vigna della Congregazione 2015 – n.c.
Rocca del Principe – Fiano di Avellino 2015 – € 8,70 + iva
Traerte/Vadiaperti – Fiano di Avellino 2015 – € 8,00 + iva
Villa Raiano – Fiano di Avellino Alimata 2014 – € 12,50 + iva
Alois – Pallagrello Bianco Caiatì 2015 – € 7,20 + iva
I Favati – Greco di Tufo Terrantica Etichetta Bianca 2012 – € 25,00 + iva

Cs 2017 Bianchi – I consigli di Tipicamente
Versione pdf scaricabile, corredata da brevi note di assaggio

Arbitro di calcio, runner, esperto di comunicazione con fama di persona seria e morigerata. Ero tutto questo prima di prendere 20 chili, scoprire il vino e auotoconvincermi di poter vivere scrivendone.