Bettane&Desseauve | Il terroir prima dello stile

“Bisogna ben separare i vini provenienti da terroir insignificanti, che piacciono solamente per le loro note fruttate divertenti ma artificiali, nati dalla tecnologia, da quelli che oggi sono più morbidi perchè provenienti da uve più mature, ma che nasono su un terroir che ha del carattere e da produttori che hanno una morale.

Non c’è alcuna ragione di escludere per idelogia uno stile di vinificazione di cui non condividiamo il gusto quando il lavoro è fatto bene, e questo vale anche per quel vignaiolo che desidera sedurre immediatamente… In questo caso l’esperienza mostra che buon sangue non mente: se un terroir ha qualcosa da dire, finisce sempre per trovare il modo di dirlo”.

Michel Bettane & Thierry Desseauve

tratto da “Lettera dalla Francia” – Gambero Rosso Ottobre 2013

Assaggiatore seriale dal volto umano, ama tutti gli alcolici indistintamente ma è ricambiato soprattutto dal vino. Nei ritagli di tempo frequenta ristoranti che non può permettersi.