100 anni di ricerca. Buon compleanno Rita Levi Montalcini (anche dal mondo del vino…)

Buon compleanno. Che il suo esempio serva a spronare un Paese che sta perdendo la speranza, dove nemmeno il futuro è più quello di una volta. Buon compleanno perché la ricerca, la scuola pubblica, l’istruzione e il sapere fine a se stesso tornino ad essere le pietre angolari su cui costruire il domani. E dove la ragione, la passione, il piacere delle proprie imprese come parte della grande impresa collettiva primeggino sui falsi miti, le ipocrisie fideiste, un’idea bigotta dell’uomo che ne mortifica il pensiero, l’egoismo sdrucciolo che abbiamo tutti quanti. Siamo contenti che anche il mondo del vino, sempre più proiettato su se stesso, si sia accorto di quel che ha rappresentato e rappresenta il suo esempio

“Il 2009 celebra un importante avvenimento: i cento anni della Prof.ssa Sen. Rita Levi-Montalcini, premio Nobel italiano per la Medicina nel 1986, che ha dedicato la propria vita alla ricerca e all’impegno nel sociale. Rita Levi-Montalcini ricopre numerose cariche, sia nel settore scientifico che sociale, in qualità di membro onorario. Oltre a presiedere la Fondazione EBRI (European Brain Research Institute) è anche presidente della Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus, che ha lo scopo di sostenere agli studi, a tutti i livelli, le giovani donne dei paesi dell’Africa. Al riguardo, Arnaldo Caprai, intende omaggiare Rita Levi-Montalcini con una donazione derivante dalla vendita di una barrique unica da 225 litri del Sagrantino COBRA*, annata 2005, un vino leggenda mai venduto in precedenza e considerato la miglior selezione prodotta dall’Azienda Arnaldo Caprai in oltre 20 anni di ricerca e sperimentazione. Le bottiglie (nei formati 0.750, 1.5 e 5 litri) sono vestite da un’etichetta celebrativa appositamente realizzata da un artista umbro e vendute online per un periodo di tempo limitato. Il ricavato della vendita verrà devoluto alla Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus per sostenere un progetto destinato all’istruzione e alla formazione delle donne africane”. Azienda Caprai

*E’ di ieri la notizia che tutte le bottiglie sono state vendute. Risposta eccezionale ad una bella iniziativa

“Non pensavo di vivere così a lungo, forse devo questo traguardo al fatto che mi sono sempre concentrata poco su me stessa e molto su un più ampio disegno collettivo”. Rita Levi Montalcini

Assaggiatore seriale dal volto umano, ama tutti gli alcolici indistintamente ma è ricambiato soprattutto dal vino. Nei ritagli di tempo frequenta ristoranti che non può permettersi.